Galaxy S4 una vera forza

20 04 2013

Meraviglioso S4

Provato in anteprima il nuovo Galaxy S4 la nuova meraviglia Samsung

Appena rientrato da uno stage molto impegnativo posso dire sinceramente che dopo aver visto molti device, la nuova creatura di casa Samsung è sicuramente uno dei dispositivi più completi. Verrà prodotto in due versioni uno con 4 core da 1,5 ghz per il mercato EU and USA ed uno da 8 core da 1,9 ghz solo per il mercato Asiatico (al momento solo Corea).

Non pensate che abbia un anima e che disponga di un intelligenza superdotata ma ci avviciniamo molto, potrete cambiare pagina di un documento al passaggio della mano  senza toccare il display , riesce a fare lo scroll del documento solamente piegando leggermente il dispositivo, poterete condividere documenti multimediali (vedi musica pdf siti internet e quant’altro sia origine del device) fino a 10 S4 e molte altre applicazioni che non sto a dirvi perché non ci sono parole adatte per descriverle se non quella di LA MERAVIGLIA DELLE MERAVIGLIE TECNOLOGICHE.

L’equilibrio del dispositivo è senz’altro uno dei punti di forza, non esiste un punto che pesa di più rispetto un altra, ha un equilibrio in mano decisamente confortevole è da sicurezza, il display migliorato con un aumento di pixel e usando la fotocamera non esiste più la cornice nera molto fastidiosa permettendo una visualizzazione a tutto il display della ripresa. Tramite un software proprietario poterete selezionare il frame migliore per salvare la foto migliore, potrete rimuovere oggetti indesiderati qualora in caso di foto multiple o sequenziali in modo veramente semplice.

Iphone 5  ha trovato dei degni rivali,  a mio parere la scelta sarà molto difficile tra S4 e XPERIA z Blackberry Z10 e HTC One  new version, l’integrazione di questi dispositivi sicuramente cambierà la nostra vita quotidiana.

A dimenticavo avrà un OS Android 4.2 dedicato e possiamo dire che questo dispositivo creerà un punto di partenza per la new generation mobile!!

a mio avviso “MERAVIGLIOSO!”

In conclusione cosa dire di questo dispositivo …. meraviglioso ed ad un prezzo di fascia congruo 699,00€ .

In caso di chiarimenti contattatemi pure ..

Alex_Tech





RIM: obiettivo aziende per contrastare iOS e Android

2 04 2012

Questo è quanto mi è arrivato  oggi da  ManagerOnLine.Vi giro pari pari l’articolo e appena avrò novità ve le farò sapere.

RIM, dopo l’ennesimo risultato finanziario negativo, spiega di voler abbandonare gli smartphone consumer per concentrarsi solo su quelli aziendali.

RIM ha pubblicato i risultati relativi allo scorso trimestre fiscale e ha registrato l’ennesima trimestrale negativa, fortemente inferiore alle aspettative. Pertanto ha deciso di cambiare strategia: iOS e Android, i sistemi operativi di Apple e Google, sono irraggiungibili nel settore consumer e l’azienda canadese ha comunicato che abbandonerà tale segmento per dedicarsi esclusivamente al settore business.

Il bilancio del quarto periodo dell’esercizio fiscale di RIM viene archiviato con una perdita di 125 milioni di dollari e con ricavi in calo del 25% a 4,2 miliardi di dollari. Le vendite dei BlackBerry sono calate dell’8o% per superare di poco la quota di 11 milioni di unità piazzate; la medesima cosa vale per i tablet PlayBook, che registrano vendite di sole 500 mila unità: nulla in confronto ai 15 milioni di iPad che Apple ha venduto soltanto negli ultimi tre mesi del 2011.

Per questo motivo, RIM ha deciso di optare per una strategia differente: non produrrà più smartphone consumer che possano rivaleggiare contro iOS e Androidma svilupperà piuttosto nuovi prodotti aziendali, per il business enterprise. Spingerà su BlackBerry OS 7 e, soprattutto, a partire da fine anno su BlackBerry 10, nuovo sistema operativo attualmente in fase di realizzazione.

RIM torna dunque al passato in quel settore, quello aziendale, che gli è storicamente più congeniale, nel tentativo di rilanciarsi in un mercato internazionale dove ha saputo trovare pochissimo spazio negli ultimi anni proprio a causa dell’agguerrita concorrenza. A margine della notizia, giungono le dimissioni di Jim Balsillie, che rivestiva il ruolo di co-Chief Executive Officer (CEO) e co-presidente del consiglio d’amministrazione della azienda.

Nel frattempo, Playbook resta per Thorsten Heins una delle speranze per il futuro: il CEO parla della possibilità di attirare “fino ad un milione di clienti”.

Scritto da

Floriana Giambarresi

30 Marzo 2012

Link: Manager online





Sviluppatori Android affrettatevi il tempo stringe….

15 02 2012

RIM ha rinnovato l’offerta che consente agli sviluppatori Android di avere gratuitamente un tablet BlackBerry PlayBook.

All’inizio di febbraio RIM ha lanciato una proposta a tutti gli sviluppatori Android che se avevano un app che volevano far girare su PlayBook ne ricevevano uno GRATIS!!! Ovviamente l’app Android deve essere convertita e depositata nell’App World (il negozio di software per dispositivi BlackBerry). Tutto questo ha avuto un così grande sucesso che RIM la prolungata  l’offerta fino alle 23.59 di questa sera 15 Febbraio 2012 .

Per gli interessati la pagina da consultare è appworld.blackberry.com/isvportal.

Fate in fretta non c’è più tanto tempo!!

 

 





Samsung surpasses Apple in the smartphone market

2 02 2012

Apple returns to first place at the end of last year. But Samsung is to grow more

In the eternal battle for supremacy in the smartphone market Apple has surpassed Samsung in the last quarter of last year. The evaluation is yet another by Juniper Research. According to industry market analysis, about 25 percent of the 149 million smartphones sold worldwide during the fourth quarter of 2011 were marked Apple. So while Apple has regained the top spot, the Korean electronics giant has scored a remarkable four-fold increase in its market share over the same period of 2010, rising from 4.7 to 21.7 for percent. The growth of Samsung is one of the reasons why Apple’s market continues to offer lower prices than previous models most innovative: Despite the success of sales of the iPhone 4S return to the podium a number of Apple also depends on continuing to offeriPhone 3G, the launch of which dates back to 2009. On the other hand the wide range of offerings from Samsung is saturating the market in the mid-range and high end.

In the first three quarters of 2011, Apple and Samsung have exchanged the top spot, while other manufacturers have been watching with positions unchanged.Taiwan’s HTC is the only company in the Top Five to show significant growth year on year. According to Juniper Research, the company sold 12 million smartphones in the quarter. Despite the vicissitudes of RIM, a point is stable deliveries of Blackberry remain stable year on year to 14.4 million units. Bad news, but expected, for Nokia, whose deliveries were down 31 percent year over year.

According to Yankee Group survey 30 percent of consumers who intend to purchase a smartphone over the next six years is divided between an iPhone or an Android device. Between 14 per cent of current owners of a Windows Mobile Phone only 9 percent are considering purchasing a new Windows Phone. The company expects that sales will reach 175 million mobile handsets in 2015.

 

da TechWeek Europe

link: http://www.techweekeurope.it/news/apple-sorpassa-samsung-nel-mercato-smartphone-34466





Google+ chiude i labs (più di 20 milioni di utenti)

9 08 2011

I responsabili di Google insistono che Google+ è ancora allo stadio di progetto o di work in progress. In parallelo si ha notizia della chiusura del noto sito Google Labs 

di: Giulio Ferrari

Tratto da : http://www.eweekeurope.it/opinioni/arriva-google-20-milioni-di-utenti-e-google-chiude-i-labs-31803

 

ComScore dichiara che Google+ ha raccolto oltre 20 milioni di utenti , compresi 5 milioni solo negli Usa, nelle prime tre settimane da quando il motore di ricerca ha lanciato la sua rete sociale come alternativa a Facebook. Google è obbligata a ritornare nel settore social network con un servizio forte dopo che questo tipo di servizi sono diventati il centro di gravità del mondo digitale . Gli utenti di internet passano più tempo su Facebook che su Google e la pubblicità ne risente, se Facebook ne controlla il 18 per cento contro il 13 per cento di Yahoo e il 9,3 per cento di Google ( dati di Emarketer).
Che Google+ sia poi in grado di decollare è un altro problema e molti analisti non condividono l’ottimismo dei dirigenti di Google. Certamente Google dispone di tutti gli strumenti per fare di Google un successo. Centinaia di milioni di persona hanno affidato a Google user name e password e molti dispongono anche di uno smartphone Android. Sono i primi candidati a fare il successo di Google+, ma anche le imprese accorreranno se questo si rivelerà uno strumento efficace di relazione con i loro clienti . Google dichiara il suo servizio ancora “ non pronto “ per la aziende , ma Ford ha già fatto la sua prima apparizione sul social network. I responsabili di Google insistono che Google+ è ancora allo stadio di progetto o di work in progress. Proprio per questo , a differenza di Facebook , ci sono difficoltà molto minori a lasciare in maniera permanente la rete sociale e a cancellare il profilo.

D’altra parte la società americana è impegnata a fare cambiamenti immediati alle funzionalità di Google+ sulla base del feedback degli utenti ( una delle ultime riguarda la chat) e molte di queste devono ancora essere rese note. Uno dei punti di sviluppo è Sparks ( in italiano Spunti ) che permettono di ricevere regolarmente i feed che davvero interessano e condividerli con i tuoi amici. Google sta anche pianificando di introdurre strumenti di programmazione che consentano ad altri siti web di integrarsi con altre funzioni come Hangouts ( in italiano Videoritrovi) , il tool di videoconferenza di Google+.

In generale sembra che Google si entrata in una nuova dimensione, meno sperimentale a tutto campo , ma concentrata sulle innovazioni dei prodotti che contano. In questo senso in parallelo con Google+ si ha notizia della chiusura del noto sito Google Labs, che è servito come canale di sviluppo per alcuni progetti che i tecnici di Google sviluppavano nel 20 per cento del loro tempo di lavoro in piena libertà. L’annuncio del phase out del progetto è arrivato con post di Bill Coughran, senior vice president for research and systems infrastructure presso Google: ” Anche se abbiamo imparato molto dal lancio dei prototipi nei Labs, riteniamo che una maggiore focalizzazione sua cruciale per trarre il massimo vantaggio dalle opportunità straordinarie che abbiamo davanti”. In pratica alcuni progetti saranno tenuti in vita e altri chiusi definitivamente. Tra i progetti che si sono “laureati” dall’incubatore di Google   Labs ci sono Maps, iGoogle, Docs e Speadsheets. Altri progetti come   City Tours sono in via di chiusura.

 

Meditate…..

 





Per chi usa windows attenzione al bluetooth

29 07 2011

Ultimamente windows ha presentato un bollettino sulla sicurezza che riguarda la possibile ricezione tramite bluetooth di file o programmi dannosi!!

Questo quanto dichiara:

Bollettino Microsoft sulla sicurezza MS11-053 – Critico

Una vulnerabilità nello stack di Bluetooth può consentire l’esecuzione di codice in modalità remota (2566220)
Questo aggiornamento per la protezione risolve una vulnerabilità segnalata privatamente nello stack di Bluetooth di Windows. Tale vulnerabilità può consentire l’esecuzione di codice in modalità remota nel momento in cui un utente malintenzionato invia una serie di pacchetti Bluetooth appositamente predisposti a un sistema interessato. Potrebbe quindi installare programmi e visualizzare, modificare o eliminare dati oppure creare nuovi account con diritti utente completi. Questa vulnerabilità interessa solo i sistemi dotati di funzionalità Bluetooth.

Questo aggiornamento per la protezione è considerato di livello critico per tutte le edizioni supportate di Windows Vista e Windows 7. Per ulteriori informazioni, vedere la sottosezione Software interessato e software non interessato all’interno della presente sezione.

L’aggiornamento risolve la vulnerabilità modificando il modo in cui lo stack di Bluetooth di Windows gestisce gli oggetti nella memoria. Per ulteriori informazioni sulla vulnerabilità, vedere la sottosezione Domande frequenti per la specifica voce della vulnerabilità nella sezione Informazioni sulle vulnerabilità.

per approfondimenti vedere:

http://www.microsoft.com/italy/technet/security/bulletin/ms11-053.mspx





Tavola rotonda: La rivoluzione in ufficio, partendo dalla flessibilità

26 07 2011

Prima parte – Cambia il modo in cui le grandi aziende dell’IT lavorano, valorizzando la diversità e promuovendo la flessibilità. Una rivoluzione che interessa Microsoft, Cisco, Ibm e Dell, messe a confronto in una tavola rotonda di eWEEKeurope. Un tema ampio, che affronteremo in più puntate, dove “flexible working” è molto più che semplice flessibilità

Mai come nell’ultimo anno l’attenzione alle modalità di lavoro ha impattato sulle grandi aziende IT. Nuove sedi, nuove modalità di lavoro, flessibilità, tecnologie a supporto, attenzione alle problematiche green, nuovo impulso al lavoro collaborativo. Per questa ragione abbiamo messo attorno a un tavolo i manager delle aziende che, dal nostro punto di vista, hanno smosso modelli di lavoro consolidati da tempo: Microsoft, Cisco, Ibm e Dell. 
Ma perché proprio loro?

Mai come nell’ultimo anno l’attenzione alle modalità di lavoro ha impattato sulle grandi aziende IT. Nuove sedi, nuove modalità di lavoro, flessibilità, tecnologie a supporto, attenzione alle problematiche green, nuovo impulso al lavoro collaborativo. Per questa ragione abbiamo messo attorno a un tavolo i manager delle aziende che, dal nostro punto di vista, hanno smosso modelli di lavoro consolidati da tempo: Microsoft, Cisco, Ibm e Dell. 
Ma perché proprio loro?

Per due semplici ragioni: sono aziende che hanno fatto la storia dell’IT in Italia e che impiegano dal centinaio di persone (come nel caso di Dell) alle migliaia di dipendenti (come nel caso di Ibm). E sono aziende che negli ultimi anni hanno rinnovato, ampliato o traslocato in nuove sedi con un’impronta decisamente green: Ibm dal 2005 ha una sede a Segrate che rispecchia le severe politiche di sostenibilità ambientale con aree focalizzate sulla convergenzaCisco dal 2009 ha inaugurato a Vimercate a fianco della sede storica un nuovo centro dedicato alla collaborationMicrosoft ha da poco traslocato nella sede battezzata Innovation Campus nel Parco agricolo a sud di Milanoche integra le moderne tecnologia in fatto di sostenibilità, Dell da qualche mese abita una nuova sede nel quartiere Bicoccaall’interno di un progetto che rappresenta uno dei più grandi interventi recenti di trasformazione urbanistica in Italia.

Tavola rotonda NetMediaEurope Dedicheremo a questo dibattito più articoli nel corso dei prossimi mesi, focalizzandoci sia sullanuova filosofia di lavoro, ma anche sulla governance dell’IT, perché se è necessario adottare nuovi  modelli organizzativi è anche fondamentale governare i processi di adozione delle tecnologie abilitanti, perché i dipendenti possano inaugurare con facilità il nuovo corso e raggiungere gli obiettivi  a  loro richiesti, in un’organizzazione flessibile

Ne parliamo, confrontando idee e progetti, con Vanessa Giusti, Legal Manager di Cisco Italia e responsabile del progetto Diversity,Cristina Cabella, Senior Counsel GBS a livello europeo di IBM ed executive sponsor per la Gender Diversity nonché coordinatrice del Women Leadership Council, Fabrizio Albergati, Direttore Divisione Information Worker di Microsoft Italia e Andrea Cavallotti, HR Manager di Dell Italia.

Andrea Cavallotti - DELL Ognuna di queste aziende chiama questa “nuova” filosofia lavorativa in modo diverso, ma credo che  il concetto che sottende sia simile per tutte: Cisco la chiama Human Network (cioè  la Rete è prima di  tutto una rete di persone, che unisce, permette di guardarsi negli occhi senza dovere viaggiare da un posto all’altro, che ha la capacità di abbattere barriere), Dell la chiama People Strategy (cioè l’azienda  è costruita partendo dai bisogni delle persone, e per questo serve  un ambiente di lavoro più collaborativo, flessibile e mobile, in cui gli spazi permettono di rafforzare illegame tra le persone), Ibm la declina  in Wellness Organizzativo (cioè sostiene che per integrare vita privata e lavoro servano iniziative che richiedono un approccio complessivo per lavorare e creare benessere, per sé e per gli altri),  Microsoft la definisce New World of Work (cioè una nuova organizzazione che prevede lavoro più flessibile, attenta alleesigenze e alla responsabilità dei singoli, adattandosi agli stili di lavoro e alle  aspettative dei dipendenti legate all’utilizzo della tecnologia).

Di:
Emanuela Teruzzi
da: http://www.eweekeurope.it/opinioni/tavola-rotonda-la-rivoluzione-in-ufficio-partendo-dalla-flessbilita-31810







%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: