Facebook, 100 miliardi di dollari per la quotazione

4 07 2011

Mancano sei mesi al 2012. Ma per preparare la documentazione che sarà passata al vaglio di Wall Street tra ottobre e novembre, il tempo non è così breve. Dopo Linkedin Zynga, è la volta “inevitabile” di Facebook, dalle stesse parole di  Mark Zuckerberg che “inevitabile” ha definito la quotazione di Facebook, non appena saranno raggiunti i 500 investitori che la legge americana richiede.Una quotazione attesa per inizio 2012 che potrebbe superare i 100 miliardi di dollari  secondo CNBC, visto che l’azienda punta a raccogliere 4 miliardi di dollari di introiti pubblicitari nei prossimi anni (oggi ne raccoglie 1,8). Advisor dell’Ipo potrebbe essere Goldman Sachs che all’inizio stimava la quotazione 50 miliardi di dollari, salita poi a 80 e ora a 100, anche se il valore finale sarà destinato ulteriormente a crescere se al momento dell’offerta pubblica ci sarà la consueta caccia alle azioni. Ci siamo: sta davvero partendo, come si vocifera in rete da tempo, la Social Network Economy S-economy, che prende le distanze dalla New Economy e dallo sboom che esplose sulle dot.com nel marzo del 2000. Si spera rimangano tempi lontani. Gli analisti intanto osseravano interessati, con cautela.


Azioni

Information




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: